AMERICA/VENEZUELA - Missionari venezuelani ad gentes inviati in Mozambico

martedì, 24 ottobre 2017 animazione missionaria   pontificie opere missionarie   missionari   evangelizzazione   mese missionario straordinario   chiese locali  

DR

Caracas (Agenzia Fides) – La loro chiamata e la loro missione è una risposta all’invito che Papa Francesco rivolge costantemente ai fedeli, esortando ad annunciare la Buona Novella "fino agli estremi confini della Terra". Proprio dopo la Giornata Missionaria Mondiale - quando il Papa ha dato l'annuncio del "mese missionario straordinario" che sarà l'ottobre 2019 - la Chiesa del Venezuela ha inviato tre missionari nel continente africano. “Si tratta di Génesis Machado, Yuruanni Guzmán e Alonzo Velázques, tre missionari in partenza per il villaggio di Manje, diocesi di Tete, in Mozambico, che insieme a padre Emerito Peña e p. Efren Chirinos, inviati durante la celebrazione del IV Congresso Missionario Americano del 2013, continueranno il loro impegno missionario Ad Gentes in questa comunità” racconta a Fides Danny Paúl Robles, incaricato per la comunicazione delle Pontificie Opere Missionarie del Venezuela. I tre missionari partono per l’Africa oggi, martedì 24 ottobre, iniziando dal momento stesso del loro arrivo i tre anni di missione ad gentes, dove continueranno il lavoro avviato dai loro predecessori in questa comunità.
“Dopo un processo di preparazione realizzato con le POM, i tre missionari sono arrivati a Caracas per la messa del mandato missionario, celebrata dai Vescovi presenti alla Conferenza Episcopale Venezuelana, durante l’incontro delle Commissioni Episcopali, celebrato dal 17 al 20 ottobre” continua Robles.
“Mons. Ubaldo Santana, Arcivescovo di Maracaibo e Presidente della Commissione episcopale per missioni e l'indigenismo, ha presieduto la Celebrazione Eucaristica dando il mandato a questi tre giovani di proclamare la Buona Novella in terre lontane, promuovendo così la cooperazione missionaria tra le Chiese particolari e dimostrando il senso dell’universalità e della solidarietà verso i fratelli più bisognosi”.
Padre Néstor Quintero e p. Yulimar Rivas, al termine del loro mandato triennale, stanno rientrando in Venezuela, mentre padre Emérito e p. Efren continueranno in Mozambico dopo aver avuto una proroga di ulteriori tre anni di mandato.
La diocesi di Tete, al termine del 2014, su una popolazione di 1.784.967 persone contava 274.501 battezzati, corrispondenti al 15,4% del totale. Stando alle statistiche del 2015, Tete ospita 27 parrocchie, 43 sacerdoti (11 diocesani, 32 religiosi), 91 religiosi laici (35 fratelli e 56 sorelle), 25 seminaristi. (DR/AP) (24/10/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network