ASIA/SIRIA - Il Presidente Assad incontra i partecipanti alla Conferenza “Chiesa, casa della Carità”

lunedì, 21 marzo 2022 medio oriente   chiese locali   chiese orientali   carità   sanzioni   geopolitica  

Damasco (Agenzia Fides) - Il Presidente siriano Bashar al Assad ha incontrato nella giornata di sabato 19 marzo i rappresentanti di associazioni e istituzioni umanitarie cattoliche e gli esponenti di diverse compagini ecclesiali che nei giorni precedenti avevano partecipato alla Conferenza internazionale “Chiesa, Casa della Carità - Sinodalità e coordinamento”, svoltasi nel centro congressi di Damasco dal 15 al 17 marzo su iniziativa del Consiglio dei Capi delle Chiese cattoliche presenti in Siria, della Congregazione per le Chiese orientali e del Cardinale Mario Zenari, Nunzio apostolico presso la Repubblica araba di Siria (vedi Fides 11/3/2022 e 15/3/2022).
Nel dialogo avuto con i presenti – riferiscono i canali di comunicazione della Presidenza siriana – il Presidente Assad ha sottolineato l’importanza delle iniziative di assistenza umanitaria poste al centro della Conferenza, elogiando l’opera di assistenza sociale svolta dalle istituzioni cattoliche a vantaggio di tutto il popolo siriano, e ha ribadito che i cittadini cristiani rappresentano una componente originaria della società siriana, sostenendo che l’identità plurale delle società mediorientali va difesa da piani di omologazione su base settaria.
Nei dettagliati resoconti della Conferenza diffusi dalla Congregazione per le Chiese orientali, si riferisce tra l’altro che, nella giornata di mercoledì 16 marzo, l’intervento del delegato di Caritas Siria ha fatto riferimento alla situazione di povertà “generata da anni di guerra e peggiorata dalle sanzioni internazionali, che oltre a far aumentare in modo vertiginoso il costo della vita costringono molti a pensare all’emigrazione, lasciando i poveri sempre più poveri”.
I resoconti informano anche che il Prefetto del Dicastero vaticano per le Chiese orientali, Cardinale Leonardo Sandri, insieme alla Delegazione della Santa Sede, ha lasciato Damasco giovedì 17 marzo, prima della Divina Liturgia presso la cattedrale greco-melkita, presieduta dal Patriarca greco-melkita Youssef Absi.
(GV) (Agenzia Fides 21/3/2022).


Condividi:
medio oriente


chiese locali


chiese orientali


carità


sanzioni


geopolitica