NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA - Uganda: ascoltare la voce della società civile per disegnare il futuro

sabato, 28 ottobre 2017 diritti umani   politica   libertà di coscienza   società civile   ong   dialogo   democrazia   chiese locali   legalità  

Action Aid

Riscrivere la Costituzione per prolungare la sua vita politica e mantenersi alla guida del paese che governa da oltre 30 anni. Il tentativo del 73enne Yoweri Kaguta Musuveni divide l’Uganda: da una parte ci sono quanti vogliono voltare pagina, dall’altra i fedeli del vecchio Presidente che non intendono mandarlo in pensione e puntano sulla continuità. Grazie alla maggioranza detenuta in Parlamento, il National Resistance Mouvement (NRM) di Musuveni non dovrebbe avere difficoltà ad assecondare i desideri del suo leader e approvare la modifica dell’articolo 102 (b) della nuova Costituzione, che fissa a 75 anni il limite di età per ricoprire la carica di Presidente. Se in Parlamento la manovra sembrerebbe destinata ad andare in porto, basta allargare lo sguardo per capire che nel paese il livello dello scontro si alza giorno dopo giorno: arresti, perquisizioni e proteste soffocate sul nascere. E non potrebbe essere altrimenti, considerando la posta in gioco. La Chiesa cattolica e i leader religiosi, in un paese a maggioranza cristiana, propongono la via di un referendum, per evitare il conflitto sociale (...).


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network
diritti umani


politica


libertà di coscienza


società civile


ong

dialogo


democrazia


chiese locali


legalità