AMERICA/PARAGUAY - Mons. Valenzuela insiste per la via del dialogo, il 18 aprile terzo incontro dei colloqui di pace

martedì, 11 aprile 2017

Asuncion (Agenzia Fides) – L'Arcivescovo di Asunción, Sua Ecc. Mons. Edmundo Ponziano Valenzuela Mellid, S.D.B., ha chiesto ieri, 10 aprile, ai gruppi che si oppongono al progetto di rielezione presidenziale di riflettere e partecipare al tavolo del dialogo convocato dal Presidente del Paraguay, Horacio Cartes, per mettere fine ad una crisi che ha portato a proteste violente (vedi Fides 1/04/2017).
Il Partito liberale, il più grande partito dell'opposizione, non si è presentato a nessuna delle due sessioni del tavolo di dialogo convocate la scorsa settimana, mettendo come condizione che prima venga ritirata la controversa proposta di modifica costituzionale. Il Presidente del Senato, Robert Acevedo, che era presente all'apertura del dialogo e non ha partecipato alla seconda sessione per le stesse ragioni, ha dichiarato ieri a Radio Nazionale: "La Chiesa alza la voce perché questi fratelli vengano al tavolo, un tavolo che deve cercare la comprensione, la riconciliazione e la firma di una pace duratura. Abbiamo bisogna di trovare la soluzione".
Nella nota inviata a Fides da una fonte locale, l'Arcivescovo sottolinea l'importanza del terzo incontro di colloqui, previsto per il 18 aprile, e invita gli assenti a partecipare per esprimere tutto ciò che stanno manifestando attraverso la stampa. "Abbiamo bisogno di incontrarci, dobbiamo darci la mano, abbiamo bisogno di discutere i nostri problemi. Se uno è membro del Senato allora deve parlare in Parlamento; se uno è dell'Esecutivo, nella Corte Suprema; se è membro nella Chiesa, allora discutere con i fedeli, con i sacerdoti, nei consigli pastorali" ha ribadito l’Arcivescovo, sottolineando che il dialogo è un elemento fondamentale e indispensabile per ottenere la pace sociale, tanto necessaria in Paraguay.
(CE) (Agenzia Fides 11/04/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network