AMERICA/ECUADOR - Trent’anni fa il martirio di un Vescovo spagnolo e di una suora colombiana che difendevano i nativi

lunedì, 24 luglio 2017 evangelizzazione   istituti missionari   martiri   indigeni  
Trent’anni fa il martirio di un Vescovo spagnolo e di una suora colombiana che difendevano i nativi

PeriodistaDigital

Trent’anni fa il martirio di un Vescovo spagnolo e di una suora colombiana che difendevano i nativi

Quito (Agenzia Fides) – Il 21 luglio 1987 quello che sembrava un incontro amichevole in un luogo lontano della giungla ecuadoriana (oggi è la provincia di Orellana), divenne una pioggia di lance dei nativi Huaorani che uccise un Vescovo spagnolo e una religiosa colombiana. Mons. Alejandro Labaca Ugarte, O.F.M. Cap.,Vescovo del Vicariato apostolico di Aguarico (Ecuador), e la religiosa colombiana suor Inés Arango, cercavano di salvare le popolazioni indigene Tagaeri, che vivevano in isolamento volontario, e appartenevano al ramo della cultura Huaorani, dalla minaccia di un'incursione nella loro terra da parte delle compagnie petrolifere.
Questo gruppo indigeno, che respingeva ogni contatto con la civiltà, era considerato bellicoso, ma l'esperienza del missionario che aveva dedicato buona parte della sua vita alla comprensione della cultura e dei costumi dei popoli indigeni in Ecuador, lo portò a cercare di stabilire un contatto. Purtroppo l’epilogo dell’incontro portò al martirio del Vescovo e della suora che lo accompagnava.
Mons. Alejandro Labaca era nato il 19 aprile 1920 in Spagna e iniziò la sua vita religiosa fra i Cappuccini a 17 anni. Ebbe la cittadinanza ecuadoriana dopo aver lavorato in Amazzonia dal 1965: per 25 anni si dedicò infatti alla popolazione indigena Huaorani, partecipando al processo di alfabetizzazione. Aveva imparato la loro lingua, la loro cultura e la loro storia. In seguito decise di coinvolgere anche le missionarie in questa opera. Così suor Inés Arango, terziaria cappuccina, e tre consorelle, si unirono a lui. Suor Ines era nata il 6 aprile 1937 in Colombia, e arrivò a Shushufindi, Provincia di Sucumbíos, nel 1977. Accompagnava Mons. Labaca durante i suoi contatti con le tribù.
Nel 30.mo anniversario del loro martirio, la REPAM ha prodotto un documentario dal titolo "La vita per l'Amazzonia" che si può vedere sul sito http://redamazonica.org.
(CE) (Agenzia Fides, 24/07/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network