AMERICA/HONDURAS - Discariche, campi, alberghi, ristoranti, strade sfruttano la forza lavorativa di oltre 400 mila bambini

mercoledì, 21 giugno 2017

Internet

Tegucigalpa (Agenzia Fides) - In Honduras oltre 400 mila bambini e adolescenti sono costretti a lavorare per poter sopravvivere. Secondo uno studio realizzato dall’Istituto Nazionale di Statistica (INE), negli ultimi 5 anni i minori lavoratori sono aumentati di 40 mila unità, passando da 379 mila a 598 mila. Si tratta del 15,3% della popolazione honduregna nella fascia di età tra 5 e 17 anni. La Commissione Nazionale dei Diritti Umani allerta che spesso i bambini sono costretti a estenuanti giornate lavorative che arrivano fino a 16 ore, ne consegue che il 61% si dedica unicamente al lavoro e abbandona la scuola.
Secondo lo studio dell’ INE, circa 3 bambini lavoratori su 4 sono maschi impegnati prevalentemente in agricoltura, pesca, commercio, alberghi, ristoranti, servizi comunali e industria manifatturiera. Le bambine vengono impiegate in attività domestiche e nelle case dove sono esposte ad abusi fisici, emotivi, oltre ad essere sottopagate. Le discariche sono un altro scenario dove si svolge una delle peggiori forme di lavoro minorile nella raccolta di rifiuti solidi. Nel settore informale, spesso i bambini vengono utilizzati dai genitori per vendere per le strade e contribuire al sostentamento della famiglia.
(AP) (21/6/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network