VATICANO - La Chiesa vicina al mondo della sofferenza

venerdì, 10 febbraio 2017 sanità  

Camilliani.org

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Sabato prossimo, 11 febbraio, memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes, ricorrerà la 25ª Giornata Mondiale del Malato – ha ricordato Papa Francesco al termine dell’udienza generale di mercoledì 8 febbraio -. La celebrazione principale avrà luogo a Lourdes e sarà presieduta dal Cardinale Segretario di Stato. Invito a pregare, per intercessione della nostra Santa Madre, per tutti gli ammalati, specialmente per quelli più gravi e più soli, e anche per tutti coloro che se ne prendono cura”.
Gran parte delle strutture sanitarie, dai piccoli dispensari ai grandi ospedali, ai centri di accoglienza di tutti i tipi sparsi nel mondo, sono gestiti da istituzioni cattoliche, contando sull’ impegno, la professionalità e la carità cristiana di missionari e missionarie, volontari e laici che si prodigano spesso tra mille difficoltà, soprattutto garantendo assistenza sanitaria ed umana alle fasce sociali più svantaggiate. Non sono pochi gli ordini religiosi che si dedicano alla missione nel mondo della salute: per alcuni (come Camilliani, Ministre degli Infermi, Fatebenefratelli…) l’impegno sanitario è la loro vocazione specifica, per altri costituisce, o ha costituito in passato, uno dei campi dell’azione missionaria (Saveriani, Figlie del Divino Zelo, Comboniane, Orionini, Missionari e Missionarie della Consolata…).
Secondo l’ultimo Annuario Statistico della Chiesa, gli istituti di assistenza gestiti nel mondo dalla Chiesa, per larga parte nei territori missionari, comprendono: 5.158 ospedali con le presenze maggiori in America (1.501), Africa (1.221) e Asia (1.159), seguite da Europa (1.042) ed Oceania (235); 16.523 dispensari, per la maggior parte in Africa (5.230), America (4.667) e Asia (3.584); 612 lebbrosari distribuiti principalmente in Asia (313) ed Africa (174). A questi si aggiungono 15.679 case per anziani, malati cronici ed handicappati, per la maggior parte in Europa (8.304), seguita da America (3.726), Asia (3.584), Africa (648) e Oceania (437). (SL) (Agenzia Fides 10/02/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network