AFRICA/CENTRAFRICA - 18 morti nell’assalto a Bocaranga; depredata anche una missione cattolica

lunedì, 6 febbraio 2017 gruppi armati   violenza   missionari  


Bangui (Agenzia Fides) - Assalita la missione cappuccina a Bocaranga, una cittadina di 15.000 abitanti, nel nord-ovest della Repubblica Centrafricana. Fonti missionarie riferiscono a Fides che all’alba del 2 febbraio, intorno alle 5,45, almeno 3 gruppi di ribelli per un totale di una sessantina di persone, hanno assalito la cittadina, sparando all’impazzata e terrorizzando la popolazione.
Si tratterebbe del gruppo 3R (“Retour, Réclamation et Réhabilitation”) formato da pastori Peuls, “una ribellione che ha portato allo sfollamento, solo nella nostra regione, di più di 30.000 persone”. I tiri delle armi da fuoco sono durati per circa 4 ore, mentre i ribelli saccheggiavano negozi (almeno 35), diverse abitazioni e le sedi locali di due Ong, il Consiglio Danese per i Rifugiati (DRC) e dell’IRC (International Rescue Committee).
I ribelli hanno forzato le porte della missione cappuccina, dove si erano rifugiate una ventina di persone, e hanno portato via computer, denaro e una moto. Le Suore della Carità sono riuscite a rifugiarsi nelle loro missione insieme a circa 200 tra donne e bambini.
Al termine della razzia si contavano 18 morti, uccisi a colpi d’arma da fuoco o sgozzati, mentre i numerosi feriti sono stati trasportati negli ospedali della zona.
“Come è possibile che una sessantina di persone terrorizzino una cittadina di 15.000 abitanti, senza contare gli sfollati? Dove trovano le armi, per quale motivo, per ottenere cosa?” si chiedono i missionari. (L.M.) (Agenzia Fides 6/2/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network