AFRICA/SUDAFRICA - Oltre 70.000 posti di lavoro persi nel solo settore minerario in 2 anni: allarme di “Giustizia e Pace”

mercoledì, 23 agosto 2017 lavoro   giustizia  


Johannesburg (Agenzia Fides)- “Siamo profondamente preoccupati per il livello di disoccupazione nel nostro Paese” afferma una dichiarazione firmata da Sua Ecc. Mons. Abel Gabuza, Vescovo di Kimberly e Presidente della Commissione Episcopale “Giustizia e Pace” della SACBC (Southern African Catholic Bishops’ Conference).
“In tutti i settori della nostra economia stanno sparendo posti di lavoro e si stanno ampliando le file dei disoccupati ad un tasso accelerato e allarmante. Solo nel settore minerario, più di 70.000 minatori hanno perso il lavoro negli ultimi due anni. Sentiamo il dolore delle migliaia di sudafricani che sono disoccupati e quelli che sono vittime del ridimensionamento aziendali denuncia “Giustizia e Pace”.
Mons. Gabuza propone “un’azione strategica decisiva per invertire l’escalation della crisi lavorativa. Ci uniamo quindi agli appelli per un vertice sul lavoro per discutere la riduzione dei posti lavorativi e le misure per espandere la creazione di posti di lavoro in questo difficile ambiente economico”.
Mons. Gabuza chiede inoltre “una moratoria dei ridimensionanti aziendali in tutti i settori” nell’attesa del vertice tra governo, imprenditori, sindacati e parti sociali sul lavoro.
Ma il vertice deve essere solo un primo passo verso l’adozione di riforme macroeconomiche che porti alla creazione di nuovi impieghi. “Il nostro Paese ha bisogno di un quadro macroeconomico che è sia sempre più in grado di assorbire la crescente forza lavoro e sia equo nei suoi modelli di distribuzione”.
“Riteniamo che gli sforzi per attenuare gli effetti della crisi in materia di disoccupazione sulle famiglie vulnerabili debbano essere rafforzate attraverso un ampio e sostenuto accesso alla protezione sociale. Condanniamo pertanto i ritardi nell'attuazione del disegno di legge sulla modifica dell'assicurazione contro la disoccupazione che è stata rimandata al Parlamento” conclude la dichiarazione. (L.M.) (Agenzia Fides 23/8/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network