AMERICA/BRASILE - Rapporto "Conflitti nella campagna del Brasile 2016": 1.295 casi, 61 omicidi

mercoledì, 19 aprile 2017
Rapporto "Conflitti nella campagna del Brasile 2016"

Rapporto "Conflitti nella campagna del Brasile 2016"

Brasilia (Agenzia Fides) – E' stato presentato il Rapporto "Conflitti nella campagna del Brasile 2016", redatto dalla Commissione Pastorale della Terra (CPT), presso la sede della Conferenza Episcopale (CNBB), a Brasilia. Nel 2016 in Brasile sono stati registrati 1.295 casi di conflitti per la terra e sono stati commessi anche 61 omicidi, con una crescita del 22% rispetto al numero di omicidi dell'anno precedente.
Secondo le informazioni inviate a Fides dal CIMI (Consiglio indigenista missionario), la media stimata è di quattro eventi di violenza al giorno: 74 tentativi di omicidi, 200 minacce di morte, 571 aggressioni e 228 arresti. Bisogna anche aggiungere i 172 conflitti per l'acqua e le 69 violazioni del lavoro. I dati del rapporto sottolineano non solo le violazioni registrate nella campagna, ma anche il loro aumento da quando il CPT ha iniziato l'indagine, nel 1985.
Nella presentazione, avvenuta il 17 aprile, dopo qualche testimonianza, il Segretario Generale della CNBB, Sua Ecc. Mons. Leonardo Ulrich Steiner, ha voluto sottolineare l'importanza della relazione, e ha ricordato quegli uomini e quelle donne le cui denunce hanno fatto storia: "Questo rapporto non è solo un libro. Sono storie di vita. Sono storie di persone. Non possiamo dimenticarlo".
"I conflitti nella campagna del Brasile 2016" fornisce dati sulla violenza subita da lavoratori rurali, tra i quali indigeni, quilombo e popolazioni native. Il documento è giunto alla sua 32.ma edizione.
(CE) (Agenzia Fides, 19/04/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network