AFRICA/GHANA - La consacrazione al Sacro Cuore di Gesù: una benedizione per la nazione ghaniana

mercoledì, 8 marzo 2017

Augustus Aikins

Accra (Agenzia Fides)- “Vi porto i saluti del Papa, la sua Benedizione Apostolica e il suo fervido augurio che la vostra nazione continui a vivere in pace e nella stabilità, in un percorso di sviluppo che può diventare un modello di unità e di progresso nel rispetto dei diritti umani e per l'ambiente in cui tutti i suoi abitanti possano prosperare e anche i più vulnerabili non soffrano l’emarginazione o la disattenzione” ha detto sua Eminenza il Cardinale Giuseppe Bertello nella Cattedrale dello Spirito Santo, nel corso delle celebrazioni per riconsacrare il Ghana al Sacro Cuore di Gesù (vedi Fides 23/2/2017).
Il Cardinale Bertello, Presidente della Pontificia Commissione per lo Stato della Città del Vaticano e Presidente del Governatorato della Città del Vaticano, è stato inviato dal Santo Padre come suo rappresentante per le celebrazioni. Egli ha osservato che è molto incoraggiante vedere i progressi che il Ghana ha fatto in questi sessanta anni: il consolidamento delle sue istituzioni democratiche, la crescita di diverse potenzialità, l'instaurazione di relazioni diplomatiche con altre nazioni, il suo importante contributo per il mantenimento della pace nelle aree di conflitto. “E tutto rimanendo fedeli- a dispetto di grandi difficoltà - ai suoi ideali umani. Per questo motivo i Vescovi del Ghana sono stati ispirati a consacrare il loro Paese al Sacro Cuore di Gesù” ha detto il Cardinale Bartello.
Egli ha aggiunto che "oggi ci dà un altro motivo per gioire, perché durante la celebrazione di questi primi Vespri quaresimali, il Ghana sarà nuovamente consacrato al Sacro Cuore di Gesù. Oggi si rinnoverà ciò che è accaduto sessanta anni fa, quando, il 3 marzo 1957, pochi giorni prima della proclamazione di indipendenza, il 6 marzo, il Paese fu consacrata al Sacro Cuore di Gesù, una consacrazione che fu poi ripetuto nel 2007 in occasione del Giubileo d'oro della sua nascita come nazione”. (A.A.) (L.M.) (Agenzia Fides 8/3/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network