AMERICA/MESSICO - Natale tra consumismo e bambini di strada

mercoledì, 28 dicembre 2016 bambini di strada  

Wayne S. Grazio


Oaxaca de Juárez (Agenzia Fides) – Per i bambini di strada non esiste “cenone di Natale”, per loro niente regali. Vivono emarginati, al freddo, sotto i ponti, non hanno una famiglia e vengono sfruttati. A differenza di tanti bambini che trascorrono questi giorni di festa in allegria, loro dovranno lavorare per poter avere qualcosa da mangiare. La povertà, la fame li rende facili prede di abusi, violenza, crimine e prostituzione. Queste piccole vittime non solo sono esposte a tanti rischi ma sono anche soggette a discriminazione, sono considerati delinquenti o accattoni. Sono costretti a vivere per le strade per diversi motivi, tra questi la povertà, la violenza domestica, la morte di uno o entrambi i genitori, la migrazione economica verso le città. Sopravvivono frugando tra i rifiuti per trovare qualcosa da mangiare, a volte chiedendo l’elemosina e rubando, e spesso rischiano di cadere nella prostituzione e nel crimine.
(AP) (28/12/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network