AFRICA/KENYA - I Vescovi presentano un manuale anticorruzione al Presidente Kenyatta

giovedì, 10 novembre 2016 corruzione   vescovi   giustizia  

Nairobi (Agenzia Fides) - “Qualsiasi funzionario sotto inchiesta per corruzione deve farsi da parte anche quando le indagini sono ancora in corso. Si devono fare i processi e coloro che sono stati trovati colpevoli, condannati. La corruzione non è solo un crimine ma anche un male morale” affermano i Vescovi del Kenya nel manuale per combattere la corruzione elaborato dalla Commissione Episcopale Giustizia e Pace che è stato presentato il 2 novembre da una delegazione della Conferenza Episcopale keniana al Presidente Uhuru Kenyatta.
La decisione di scrivere il testo, secondo le informazioni pervenute a Fides, è stata dettata dai diversi casi di corruzione che hanno portato allo spreco di fondi pubblici destinati a progetti di sviluppo e sanitari. Con questa iniziativa i Vescovi hanno voluto appoggiare la campagna contro la corruzione avviata dal Presidente Kenyatta, uno dei punti qualificanti del suo programma politico con il quale è stato eletto tre anni fa. Kenyatta ha definito la corruzione una “minaccia per la sicurezza nazionale”.
Il 75% dei keniani ritiene che nel proprio Paese ci sia un altissimo tasso di corruzione. Secondo il capo della commissione anticorruzione, Philip Kinisu, un terzo del bilancio statale viene perso a causa di tangenti e malversazioni. Un dato che è stato però contestato dal governo. Tra le malversazioni più diffuse vi sono costi gonfiati di forniture agli enti statali, falsi progetti che vengono però pagati e salari versati a lavoratori inesistenti.(L.M) (Agenzia Fides 10/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network