ASIA/EMIRATI ARABI - Conferenza globale sulla fraternità: No all'odio e all'estremismo

lunedì, 4 febbraio 2019 minoranze religiose   religione   fede   islam   dialogo   papa francesco   fraternità  

Abu Dhabi (Agenzia Fides) - "In quanto evento multiculturale che incoraggia la compassione, il rispetto e la comprensione tra diverse comunità, culture e religioni, il raduno intende contrastare l'estremismo, il pregiudizio, l'odio, l'aggressività, l'avidità e l'oppressione che violano l'idea stessa di fraternità umana". è un passaggio del discorso dello Sheikh Nahyan bin Mubarak Al Nahyan, Ministro degli Esteri degli Emirati Arabi Uniti, pronunciato in apertura della Conferenza Globale sulla fraternità umana, convocata il 3 e 4 febbraio ad Abu Dhabi sotto il patronato dello Sheikh Mohammed bin Zayed Al Nahyan, evento che ospita il Grande Imam di Al Azhar, Ahmed El-Tayeb e Papa Francesco, oltre a numerose personalità religiose da tutto il mondo.
Il ministro ha osservato: "La Conferenza offre la rara opportunità di liberare il potere della saggezza e della ragione, e di apprendere dalle idee proposte dalle personalità presenti", esprimendo l'impegno della sua nazione per la tolleranza e per promuovere la pacifica coesistenza tra diverse comunità in tutto il mondo.
La Conferenza si concentra su tre temi: "I principi della fraternità umana"; "Responsabilità comune per raggiungere la fraternità umana"; "Fraternità umana: sfide e opportunità".
Marco Impagliazzo, presidente della Comunità di Sant'Egidio, intervenendo in assemblea, ha rimarcato: "Missione delle religioni è far conoscere l’amore che irradia luce e vita, che fa recuperare la voglia di pace, di ospitalità, di bene. Ci sono energie umane e spirituali per un mondo migliore. Per vincere la guerra. Per realizzare un mondo più fraterno. Per far crescere l’amicizia. Le religioni lo ricordano a un’umanità smemorata e spaventata. E, con tutti gli uomini e le donne di buona volontà, testimoniano che la pace è sempre possibile. Bisogna cercarla senza paura. Dio non abbandona il mondo al male e alla logica della violenza, ma viene in soccorso alla nostra preghiera e moltiplica i nostri sforzi di pace".
Ahmed Aboul Gheit, Segretario Generale della Lega Araba, ha dichiarato: "La Conferenza globale sulla fraternità umana celebra l'essenza dell'umanità e della diversità. Oggi non esiste un valore più importante della tolleranza, poiché settarismo e razzismo sollevano la testa in tutto il mondo. La coesione raggiunta nella nostra società è stata possibile perché le persone hanno accettato le reciproche differenze". E ha inoltre affermato: "Chiedo che il concetto di tolleranza sia incluso nei programmi scolastici per aiutare le nuove generazioni". (AG) (Agenzia Fides 4/2/2019)


Condividi: