NEWS ANALYSIS/OMNIS TERRA - Il Papa in Cile: immigranti, indigeni, educazione, ecologia i grandi temi

sabato, 13 gennaio 2018 papa   università   visita pastorale   società civile   società   istruzione   indigeni   immigrati  

PUCC

Studenti all'Università Cattolica

“I grandi temi” della visita del Papa al Cile saranno legati “ai popoli originari che incontrerà nell'Araucanía, agli immigranti nel nord, ai giovani e alla cura della 'casa comune'”. Lo spiega all'Agenzia Fides il professor Roberto González Gutiérrez, coordinatore dell'incontro del Santo Padre alla Pontificia Università Cattolica del Cile (PUCC).
Il paese che Francesco troverà “si dichiara al 50 per cento cattolico. Ma la fiducia nella Chiesa è crollata negli ultimi anni”, specie a causa degli scandali dei sacerdoti pedofili e alla loro gestione. Secondo il docente, lo “sfasamento” tra il messaggio dei pastori e ciò che vive la gente è una delle cause della disaffezione verso la Chiesa. Gli scandali, d'altra parte, “hanno danneggiato soprattutto chi ha un'identità cattolica debole”, riflette. La secolarizzazione è arrivata anche in Cile, un paese “con livelli di istruzione superiore molto alti”, e la gente con un livello educativo più alto è anche “più esigente, più critica, e chiede ragioni all'operato della Chiesa”. Che “non é sempre all'altezza”, ammette Gonzalez. Il mondo dell'educazione è un'area cruciale la società cilena, e attende la parola di Francesco il 17 gennaio. L'incontro alla PUCC è atteso anche perchè il sistema educativo, a finanziamento misto pubblico-privato e a gestione municipale, ha mostrato crepe negli ultimi anni, in una delle società maggiormente classiste e diseguali dell'America Latina. La Chiesa appoggia una riforma che mantenga l'apporto privato e il sovvenzionamento statale, anche per difendere gli intenti di laicizzazione totale dell'insegnamento, che metterebbe in pericolo la legittima opzione di un'istruzione cattolica. Dal Papa non si attendono lineamenti speficici, ma si spera in un incoraggiamento verso un modello educativo di qualità per tutti, con una parità di opportunità per le scuole statali e quella cattolica o comunque private. (...)


Condividi: