ASIA/BANGLADESH - La presenza del Papa genererà stima e apprezzamento verso i cristiani locali

venerdì, 1 dicembre 2017 minoranze religiose   libertà religiosa   evangelizzazione   papa francesco   visita pastorale   islam   mass-media  

Dacca (Agenzia Fides) - "Il Papa è al centro dell'attenzione nazionale. Alcuni eventi della visita del Papa sono trasmessi in diretta dalla televisione di stato. C'è un atteggiamento molto positivo verso il Papa in tutti i mass-media, e questo è prezioso per la minoranza dei cristiani locali: un effetto benefico ci investe e durerà nel tempo. D'altronde Papa Francesco è testimone dell'amore di Dio per il popolo del Bangladesh, che risponde con stima e apprezzamento verso i cristiani locali": è quanto dichiara all'Agenzia Fides p. Nikhil Andrew Gomes, sacerdote impegnato nelle comunicazioni sociali e Direttore del Centro diocesano pastorale "Khristo Jyoti" nella diocesi di Rajshahi.
Il Direttore osserva: "Il Papa è al centro dell'attenzione dei media in questi giorni. L'interesse dei media locali è molto alto. Diversi canali televisivi hanno dato ampia copertura e i giovani bangladesi esprimono il loro entusiasmo sui social network. Il Papa è figura di spicco nel mondo ed è un leader spirituale famoso in Asia, anche nei social media". Dalla copertura mediatica si evince che "Papa Francesco viene accolto con favore e simpatia da tutti, non solo dai cristiani, ma anche dai musulmani", rileva.
P. Gomes spiega a Fides: "I giornalisti del Bangladesh sono molto interessati a pubblicare notizie sulla visita del Papa in Bangladesh: oltre 300 giornalisti locali si sono accreditati all'apposito Comitato per i mass-media creato dai Vescovi. A livello nazionale, tutti ricordano bene che Papa Francesco ha parlato con forza contro la violenza e nel 2013, quando si è verificato il disastro di Rana Plaza in Bangladesh, con la morte di tanti lavoratori, Francesco ha mostrato la sua vicinanza e solidarietà. Questo è rimasto impresso nella coscienza del popolo bangladese".
"In questi giorni - prosegue - il cuore della piccola comunità cattolica del Bangladesh, solo lo 0,2% della popolazione, vibra di entusiasmo e di gioia. Il Papa porta la sua testimonianza evangelica in un paese a maggioranza musulmana: questo è un forte incoraggiamento per i giovani cattolici ma anche i preti, e tutti i fedeli cattolici, saranno ispirati dal vedere e ascoltare il Pontefice".
Per la Chiesa del Bangladesh, racconta p. Gomes, "la presenza del Papa rappresenta l'opportunità per comunicare e avere contatti con altri media laici, facendo così conoscere meglio la fede e la Chiesa cattolica. Il comitato per i media creato ad hoc ha iniziato a produrre e diffondere documenti e articoli su Papa Francesco e sulle attività della Chiesa del Bangladesh, realizzando anche un CD audio, due documentari e un libro in lingua bengali sulla vita del Papa. Inoltre, sarà pubblicato anche un album fotografico a conclusione del viaggio. Siamo convinti che dalla visita apostolica del Papa - conclude - la comunità cattolica in Bangladesh trarrà grande beneficio, nella sua vita di piccola minoranza in un paese islamico". (PA) (Agenzia Fides 1/12/2017)


Condividi: