ASIA/INDIA - Vescovi del Gujarat: "Nelle elezioni è in gioco il tessuto laico e democratico del paese"

venerdì, 24 novembre 2017 induismo   estremismo   politica   violenza   cristianesimo   chiese locali   laicità   democrazia   minoranze religiose   diritti umani   conferenze episcopali  

Gandhinagar (Agenzia Fides) – Le imminenti elezioni legislative nello stato del Gujarat (India occidentale) “influenzeranno il futuro del nostro paese. Siamo consapevoli che è in gioco il tessuto laico e democratico del nostro paese dove i diritti umani vengono violati e i diritti costituzionali calpestati. Ci sono episodi in cui le chiese vengono attaccate, il personale ecclesiastico, fedeli o istituzioni colpiti. C’è un crescente senso di insicurezza tra le minoranze. Le forze nazionaliste sono sul punto di conquistare il paese. I risultati elettorali dell’Assemblea statale del Gujarat possono fare la differenza”: è quanto afferma, in un messaggio pervenuto all'Agenzia Fides, Mons. Thomas Ignatius Macwan, Arcivescovo di Gandhinagar, nello stato del Gujarat, che, a nome dei Vescovi dello stato, ha invitato tutti i fedeli a pregare per le elezioni che si terranno a dicembre nello stato indiano.
“I risultati di queste elezioni sono significativi e avranno ripercussioni e risonanza in tutta la nostra amata nazione”. rileva mons. Macwan nel messaggio diramato a tutte le comunità. “I Vescovi dello Stato del Gujarat vi invitano ad organizzare liturgie e preghiere nelle vostre parrocchie e conventi, auspicando che le persone che verranno elette possano rimanere fedeli alla nostra Costituzione indiana e rispettare ogni essere umano, senza alcun tipo di discriminazione”. La lettera invita a recitare il Rosario a livello individuale, comunitario, familiare e parrocchiale. "La recita del Rosario si è dimostrata più volte una vera arma protettiva" si legge nel testo.
L’Arcivescovo ha ricordato numerosi episodi storici che possono testimoniare la forza del Rosario, affermando che "la preghiera salverà il nostro paese" e ricordando che "il Signore Gesù, mentre era nel giardino del Getsemani, ha chiesto ai suoi discepoli di vegliare e pregare. Prendiamo sul serio il suo consiglio”, nota.
Anche il Vescovo Theodore Mascarenhas, Segretario generale della Conferenza Episcopale Indiana, ha invitato a "fare affidamento su nostro Signore Gesù e a chiedere il suo aiuto, affidandosi a Maria come un grande sostegno".
La Commissione Elettorale del Gujarat ha fissato il 9 e il 14 dicembre le date per le elezioni nello Stato di origine del Primo Ministro indiano Narendra Modi. Il suo partito, il Bharatiya Janata Party (BJP), governa il Gujarat dal 1989. Nella prima fase verranno aggiudicati 89 seggi mentre nella seconda 93. Il conteggio dei voti avverrà il 18 dicembre prossimo. Il BJP attualmente governa in 18 stati dei 29 presenti in India. (PN/AP) (24/11/2017 Agenzia Fides)


Condividi:
induismo


estremismo


politica


violenza


cristianesimo


chiese locali


laicità

democrazia


minoranze religiose


diritti umani


conferenze episcopali