AMERICA/REP. DOMINICANA - Profonda fede del popolo, pochi sacerdoti; al via gli "Universitari missionari"

mercoledì, 22 novembre 2017 evangelizzazione   formazione   chiese locali   sacerdoti   sacramenti   fede   università  

Cattolici dominicani

Santo Domingo (Agenzia Fides) – “Nella diocesi di Santo Domingo, dove ci sono 3,6 milioni di abitanti, c’è un sacerdote ogni 7.200 cattolici. La gente dominicana ‘reclama’ l'aiuto, l'ascolto e il conforto pastorale dei preti”, si legge in una nota inviata a Fides dalla Obra de Cooperación Sacerdotal Hispanoamericana (OCSHA) che da circa 70 anni invia sacerdoti diocesani nel paese. “Serviamo migliaia di persone, con diverse esigenze. Molti sono ammalati, altri arrivano per esporci questioni di natura spirituale. Dobbiamo soddisfare i bisogni di tutti, confessare, ascoltare”, spiega padre Rodrigo Hernández, missionario madrileno da un anno a Santo Domingo come membro della OCSHA.
Arrivato nella Casa de la Anunciación, casa madre della comunità carismatica Siervos de Cristo Vivo (CSCV), p. Rodrigo racconta che nel paese si realizzano ritiri spirituali, corsi di evangelizzazione e di formazione, rivolti in special modo ai leader delle loro comunità. “Si tratta di una popolazione che esprime una fede profonda, che vive una esperienza reale della forza di Dio e ha desiderio di comunicarla, ma manca la formazione”, aggiunge p. Rodrigo.
“L’infanzia e la gioventù sono la speranza di Santo Domingo, nonostante i tanti minori che vivono in condizioni di povertà estrema”, continua il missionario, citando il grande impegno dei religiosi mercedari nel loro dispensario verso i bambini di strada.
Inoltre, Mons. Francisco Ozoria Acosta, Arcivescovo metropolita di Santo Domingo, ha invitato il missionario spagnolo a rappresentare le Pontificie Opere Missionarie diocesane e dedicarsi all’animazione missionaria. In collaborazione con il Vescovo ausiliare, Mons. Jesús Castro, infatti si sta avviando il gruppo degli "Universitari Missionari": ogni universitario cattolico deve ricevere la formazione adeguata per poter evangelizzare nel suo ambiente.
Secondo le statistiche del PewForum, la Repubblica Dominicana è uno dei paesi dell’America dove i cattolici sono più disposti a "condividere la loro fede", cioè a parlare di fede con le persone con le quali vengono in contatto. Il 20% dei dominicani cattolici dichiarano di farlo almeno una volta alla settimana. Si tratta di una percentuale simile a quella di nicaraguensi (20%), honduregni (21%), panamensi (19%), costaricensi (17%), anche se inferiore a salvadoregni (24%) e guatemaltechi (34%). Nella Repubblica Dominicana, l’86% della popolazione si dichiara cattolica (8 milioni dei 9,3 milioni di abitanti). (AP) (22/11/2017 Agenzia Fides)


Condividi: