ASIA/GIAPPONE - Il Card. Filoni: il futuro della missione è “il Vangelo da giapponesi a giapponesi”

giovedì, 5 ottobre 2017 evangelizzazione   animazione missionaria   chiese locali   cristianesimo   martiri   missione  

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Il futuro della fede cristiana in Giappone è legato all'annuncio del Vangelo da giapponesi a giapponesi. E' importante che i giapponesi, 500 anni dopo la prima evangelizzazione, avvertano che il cristianesimo non è un elemento della cultura occidentale, ma che il Vangelo è un dono per il Giappone, che Cristo ha qualcosa da dire e donare alla nazione nipponica": è quanto nota in un colloquio con l'Agenzia Fides il Cardinale Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione per l'Evangelizzazione dei Popoli, parlando dell'evangelizzazione nel paese del Sol Levante, dopo il viaggio pastorale compiuto in Giappone dal 17 al 26 settembre.
Il Cardinale rileva: “I cristiani giapponesi, nel loro fervore e nella loro testimonianza di vita, sono ammirevoli: d'altronde le radici della loro fede affondano nella preziosa esperienza dei martiri; e non si può dimenticare la straordinaria storia dei ‘cristiani nascosti’ che hanno vissuto e tramandato il deposito della fede per oltre due secoli. In quel passaggio storico, è chiaro che c'è stato un disegno di Dio, c'è un grazia di Dio che ha operato in quella terra e nella vita di quelle comunità. I fedeli di allora avranno pregato dicendo: Signore completa l'opera delle tue mani. Il Vangelo era giunto in Giappone grazia all'opera di coraggiosi missionari e non era giusto che scomparisse. Il Signore lo ha preservato nella vita di quei cristiani. I fedeli di oggi da quella storia possono imparare che esiste una speranza per il futuro”
Il Cardinale Filoni si è recato in Giappone su invito dell'episcopato nipponico, per incontrare e conoscere più da vicino la realtà della Chiesa locale: “E’ stato per me anche un pellegrinaggio sui luoghi del martirio di tanti confessori della fede”, sottolinea, ricordando che il leit-motiv della visita era “l'evangelizzazione, nello spirito della Evangelii gaudium di Papa Francesco”
Il Prefetto di “Propaganda Fide” ha visitato “una comunità che è di piccole dimensioni (circa 500mila anime), che sta invecchiando e ha poche vocazioni al sacerdozio, che soffre perchè vive in un ambiente non cristiano, con la tentazione di pensare che l'efficientismo (strutture e organizzazione) possa sostituire l'entusiasmo missionario, o l'apporto della grazia di Dio”, rileva.
Questo è stato un fattore importante da rimarcare, nota il Cardinale: “Essendo la società pervasa da una atmosfera confuciana, scintoista e buddista, si tende a non vedere il cristianesimo come dono e come grazia di Dio. L’organizzazione sociale competitiva, secolarizzata, consumista può soffocare il dono dello Spirito: per questo – conclude il Card. Filoni – andava ribadito a tutti i livelli (a vescovi, preti, religiosi, seminaristi e laici) che Dio non è assente dal Giappone, nonostante le drammatiche situazioni vissute in passato e nonostante una cultura che non conosce Cristo. La grazia di Cristo, attraverso i cristiani, crea la missione nella terra del Sol levante. E questo dà speranza per il futuro”. (PA) (Agenzia Fides 5/10/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network