AMERICA/COLOMBIA - Problemi di salute per la suora missionaria rapita in Mali a febbraio

martedì, 19 settembre 2017 missionari   violenza   diritti umani  
Problemi di salute per la suora missionaria rapita in Mali a febbraio

Problemi di salute per la suora missionaria rapita in Mali a febbraio

Bogotà (Agenzia Fides) – Secondo la Polizia nazionale colombiana, suor Gloria Cecilia Narvaez, la religiosa di nazionalità colombiana della Congregazione delle Suore Francescane di Maria Immacolata sequestrata nel mese di febbraio a Karangasso, nel sud del Mali (vedi Fides 8/2/2017), si trova in uno stato di salute precario. Il generale Fernando Murillo, direttore dei "Grupos de Acción Unificada por la Libertad Personal" (GAULA) della Polizia nazionale, ha fatto alcune dichiarazioni alla radio colombiana RCN in cui afferma che la religiosa ha problemi di salute: "E’ viva ma la sua salute non va bene. Ha dei problemi ad una gamba e ad un rene".
Il generale ha anche informato che si sta preparando una seconda missione del GAULA, che si recherà nel paese africano per raccogliere il maggior numero possibile di informazioni che possano contribuire alla liberazione della religiosa, sempre con l'aiuto degli organismi internazionali.
Al momento del rapimento, don Edmond Dembele, Segretario generale della Conferenza Episcopale del Mali, aveva dichiarato a Fides: “I rapitori sono giunti la sera del 7 febbraio in moto in un luogo appartato un po’ lontano dal villaggio dove si trovava suor Cecilia con le sue consorelle. Hanno proseguito a piedi per non destare allarme ed hanno fatto irruzione nel centro missionario depredando il denaro e il materiale informatico che c’era. Dopo aver prelevato la suora sono fuggiti con l’ambulanza del centro medico, per andare a riprendere le moto con le quali si sono poi allontanati. L’ambulanza è stata lasciata sul posto insieme ai computer rubati” (vedi Fides 10/02/2017).
(CE) (Agenzia Fides, 19/09/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network