AMERICA/BRASILE - “Non saremo un Paese diverso se non superiamo l'ingenuità, la passività e l'indifferenza" affermano i Vescovi

venerdì, 4 agosto 2017 corruzione   politica   vescovi  
“Non saremo un Paese diverso se non superiamo l'ingenuità, la passività e l'indifferenza" affermano i Vescovi

“Non saremo un Paese diverso se non superiamo l'ingenuità, la passività e l'indifferenza" affermano i Vescovi

Brasilia (Agenzia Fides) – "Non saremo un Paese diverso se non superiamo l'ingenuità, la passività e l'indifferenza", afferma il messaggio conclusivo dell'incontro che si è svolto tra il 31 luglio e l'1 agosto della Commissione della Pastorale per l'Azione Sociale della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile (CNBB).

I Vescovi membri della Commissione, che si sono incontrati nella sede delle Pontificie Opere Missionarie a Brasilia, hanno voluto esprimere la loro valutazione sulla situazione del Paese che sta vivendo una forte crisi politico-istituzionale, con pesanti conseguenze sociali ed economiche.

Il messaggio è stato pubblicato il 2 agosto, lo stesso giorno in cui la maggioranza della Camera dei deputati (263 su 513) ha deciso d'impedire alla Corte Suprema federale di indagare sulle accuse di corruzione rivolte al Presidente Michel Temer, un’imputazione che potrebbe portare alla rimozione dall'incarico presidenziale.

I Vescovi hanno sottolineato l'importanza di essere attenti ai "segni dei tempi" per impegnarsi a superare la crisi che attraversa il Paese: "Cerchiamo la luce per l'azione della Chiesa in Brasile dinanzi alle nuove sfide della realtà odierna", conclude la dichiarazione.

(CE) (Agenzia Fides, 04/08/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network