AFRICA/CONGO RD - Represse le manifestazioni per chiedere le elezioni presidenziali

martedì, 1 agosto 2017



Kinshasa (Agenzia Fides)- Decine di manifestanti arrestati insieme ai giornalisti che cercavano di documentare l’evento. È finita così la prima manifestazione convocata per chiedere la tenuta delle elezioni politiche e presidenziali e l’allontanamento dal potere del Presidente Joseph Kabila,
La marcia pacifica convocata ieri, 31 luglio, in diverse città della Repubblica Democratica del Congo dal movimento Lucha (Lutte pour le Changement), movimento giovanile basato a Goma, nell’est del Paese (vedi Fides 28/7/2017), è stata repressa dalle forze dell’ordine che ha proceduto ad arresti in diverse città. Secondo un portavoce della polizia, i manifestanti avrebbero violato la legge sulle manifestazioni pubbliche precisando che gli arrestati sono una quarantina a Goma, 17 nella capitale, Kinshasa, altri a Bukavu e Lubumbashi.
In diverse città, come Kinshasa e Beni,, i manifestanti si sono scontrati con le forze di polizia che ha impedito loro di dirigersi verso le sedi locali della CENI, la Commissione Elettorale Indipendente, che dovrebbe preparare e gestire le elezioni.
Una nota inviata all’Agenzia Fides dalla Rete Pace per il Congo ricorda che “il 18 luglio mentre tutti attendevano il calendario elettorale per le elezioni presidenziali, legislative e provinciali, la Commissione Elettorale ha pubblicato un calendario per le elezioni dei governatori e vice-governatori di 11 province. Si tratta di elezioni a suffragio indiretto cui parteciperanno dei deputati provinciali illegittimi, poiché arrivati a fine mandato già da molto tempo. Saranno delle elezioni senza alcun interesse, nel contesto politico attuale particolarmente teso e segnato dalle recenti dichiarazioni del Presidente della Commissione elettorale, Corneille Nangaa, sull’impossibilità di organizzare le elezioni presidenziali, legislative nazionali e legislative provinciali entro la fine di quest’anno, senza precisare quando potranno essere organizzate”.
Ricordiamo che “Le Rassemblement, la coalizione dell’opposizione che non è entrata far parte del governo di “unione nazionale guidato da Bruno Tshibala, ha presentato un calendario di attività di protesta che inizieranno ad agosto (vedi Fides 27/72017). (L.M.) (Agenzia Fides 178/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network