AFRICA/CONGO RD - Beni: tre giorni di “città morta” per chiedere la liberazione dei due preti rapiti

venerdì, 21 luglio 2017 rapimenti   sacerdoti  

Kinshasa (Agenzia Fides) - Tre giorni di “città morta” per esigere la liberazione immediata dei due sacerdoti rapiti domenica 16 luglio. Lo ha decretato ieri, 20 luglio, la società civile di Beni nella Provincia del Nord Kivu, nell’est della Repubblica Democratica del Congo. I due sacerdoti, don Pierre Akilimali e don Charles Kipasa sono stati prelevati da sconosciuti nella parrocchia di Notre-Dame des Anges di Bunyuka, nel territorio di Bashu nella diocesi di Beni-Butembo nella notte tra domenica 16 luglio e lunedì 17 (vedi Fides 18/7/2017).
L’appello alla mobilitazione popolare è stato ben accolto. Da ieri mattina, sono bloccate le attività economiche nelle località di Vuhovi, Kyondo, Bunyuka, Butungera et Bulambo, “Chiediamo la liberazione immediata e senza condizioni dei nostri due preti della parrocchia di Bunyuka” ha dichiarato Moïse Paluku, vice presidente della società civile di Beni. “Ma vogliamo pure denunciare l’insicurezza nell’area di Bashu soprattutto la ricomparsa delle incursioni notturne, contraddistinte da aggressioni all’arma bianca e da fuoco, con omicidi, rapimenti, furti e violenze sessuali”.
Secondo quanto riporta Radio Okapi, che ha contattato la diocesi di Butembo-Beni, non vi sono notizie sulla sorte dei due sacerdoti. (L.M.) (Agenzia Fides 21/7/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network