AMERICA/ECUADOR - “L’attività mineraria lascia solo acqua e campi contaminati” denuncia Mons. Paz

lunedì, 10 luglio 2017
“L’attività mineraria lascia solo acqua e campi contaminati” denuncia Mons. Paz

“L’attività mineraria lascia solo acqua e campi contaminati” denuncia Mons. Paz

Palo Quemado (Agenzia Fides) – "I contadini a Palo Quemado vivono sulla propria pelle l'impatto ambientale provocato dall'attività mineraria nella zona, in modo particolare l'acqua e i campi contaminati" ha denunciato Mons. Geovanni Mauricio Paz Hurtado, Vescovo della diocesi di Lacatunga (Ecuador). Secondo le informazioni inviate a Fides, Mons. Paz è intervenuto nei giorni scorsi ad un incontro a Sigchos, vicino Latacunga, una città sull'altopiano dell'Ecuador, capoluogo della provincia del Cotopaxi e dell'omonimo cantone, 90 chilometri a sud di Quito, vicino al vulcano Cotopaxi.
Secondo il Vescovo una specie vegetale che serviva come alimento per il bestiame, non esiste più: "sono conseguenze dell'estrazione mineraria, sono andato di persona a vedere che, dopo un po' di tempo di questa attività, la terra è distrutta…Ecco perché la gente è intimorita e preoccupata".
Dopo alcuni interventi su ciò che comporta l'impatto ambientale a lungo andare, tutti i presenti hanno deciso di incontrarsi il 19 luglio presso la parrocchia di Palo Quemado, dove si discuterà la proposta di lasciare il cantone di Sigchos fuori da qualsiasi attività mineraria, perché la poca che è stata fatta preoccupa in gran misura la popolazione.
La zona è famosa per la produzione della Panela, preparato alimentare ottenuto dal succo della canna da zucchero, sottoposto a ebollizione a temperature elevate ed evaporazione; da cui si ricava una melassa viscosa che viene poi versata in piccoli stampi in cui si lascia raffreddare.
Inoltre è l'unica zona dell’Ecuador con la certificazione "verde", vale a dire, la migliore, quindi si presenta il rischio di fermare o distruggere questa produzione nazionale. Al riguardo Mons. Paz ha detto: "Credo che la nostra preoccupazione per il nostro popolo e la cura della casa comune è responsabilità di tutti. L'attività mineraria fornisce una soluzione temporanea ai problemi economici della famiglia, ma non ci rendiamo conto dell'impatto a posteriori".
(CE) (Agenzia Fides, 10/07/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network