AFRICA/GHANA - I laici devono intensificare il loro apporto alle attività pastorali e assistenziali della Chiesa

martedì, 4 luglio 2017 laici  

Canaa

Accra (Agenzia Fides) – I laici del Ghana dovrebbero intensificare il loro coinvolgimento nelle attività pastorali della Chiesa aiutando i sacerdoti a dare un adeguato sostegno spirituale ai fedeli e a tutte le persone che ne hanno bisogno. La richiesta è venuta da p. Simon Kofi Appiah, docente all'università di Cape Coast, durante il Seminario estivo per i Laici dell’arcidiocesi di Accra, che ha visto riuniti oltre 400 partecipanti di tutte le parrocchie.
Secondo le informazioni pervenute a Fides dall’agenzia Canaa, p. Appiah, responsabile della Settimana di studio per i Laici, ha affermato che i laici potrebbero esplorare modi diversi per promuovere la presa di coscienza dei propri doveri nelle comunità. Ha esortato quindi i laici a partecipare ai programmi di formazione per comprendere l’importanza del loro ruolo nel ministero pastorale della Chiesa.
Un maggiore impegno dei laici deve portare anche ad una maggiore sensibilità verso i bisogni dei deboli, degli ammalati, di quanti sono soli e di coloro che conducono la loro vita al margine delle società, informandone i Consigli pastorali e i sacerdoti.
Al Seminario, organizzato per lanciare la Settimana diocesana dei Laici, è intervenuto come relatore anche Augustine Acheampong Otoo, laico impegnato nella parrocchia di St. Martha a Kasoa, il quale ha invitato i laici ad amarsi gli uni gli altri e a farsi carico dei bisognosi nella Chiesa e nella società, per portare consolazione a molti e collaborare con i sacerdoti, senza comunque sostituirli. Ha anche chiesto l'unità degli obiettivi da perseguire tra la gerarchia della Chiesa e i fedeli laici, garantendo il rispetto reciproco. (SL) (Agenzia Fides 4/7/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network