AFRICA/NIGERIA - La polizia libera un sacerdote vittima di un sequestro a scopo d’estorsione

mercoledì, 28 giugno 2017 banditsmo   sacerdoti  

Lagos (Agenzia Fides) - Liberato dalla polizia un sacerdote cattolico che era rimasto vittima di un rapimento a scopo d’estorsione.
P. Charles Nwachukwu, della diocesi di Okigwe, nello Stato di Imo (nel sud-est della Nigeria) era stato rapito da 5 banditi armati il 16 giugno mentre transitava con la sua autovettura lungo la strada di Umuokpu Agbajah a Nwangele L.G.A. La polizia ha avviato subito le indagini che hanno permesso di rintracciare il luogo di detenzione del sacerdote, nella foresta di Umuokpu.
Il 18 giugno una squadra d’intervento dello Stato di Imo ha preso di sorpresa tre rapitori che tenevano in custodia l’ostaggio, ed è riuscita a liberare p. Nwachukwu senza colpo ferire.
Il blitz della polizia ha permesso inoltre di recuperare l’automobile del sacerdote, alcune armi e diverse munizioni e persino un teschio. Le autorità hanno reso noto che gli arrestati hanno collaborato con la polizia, permettendo di individuare i loro complici, ammettendo di aver commesso altre rapine e rapimenti nell’area.
Negli ultimi anni, in Nigeria, specie negli Stati meridionali, sono aumentati i rapimenti a scopo estorsivo di preti e religiosi in genere lungo le arterie che collegano una città all’altra. La maggior parte di loro vengono liberati dopo pochi giorni, ma da quasi due anni non si hanno notizie di p. Gabriel Oyaka, religioso nigeriano spiritano (Congregazione dello Spirito Santo), rapito il 7 settembre 2015 nello Stato di Kogi (vedi Fides 10/9/2015).
La Conferenza Episcopale della Nigeria ha vietato il pagamento di qualsiasi riscatto nel caso del rapimento di sacerdoti e religiosi/e. (L.M.) (Agenzia Fides 28/6/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network