AMERICA/CILE - La Patagonia unita nella vicenda dei due minatori intrappolati sottoterra

mercoledì, 28 giugno 2017 aree di crisi   solidarietà   chiese locali  
La Patagonia unita nella vicenda dei due minatori intrappolati sottoterra

La Patagonia unita nella vicenda dei due minatori intrappolati sottoterra

Aysen (Agenzia Fides) – "In Patagonia diciamo sempre che siamo uniti nei buoni e nei cattivi momenti, in quelli difficili. Uniti alle famiglie di Jorge e Enrique, ai minatori, alle autorità, all'impresa, all'intera popolazione": con queste parole, Mons. Luigi Infanti della Mora, O.S.M., Vescovo del Vicariato Apostolico di Aysén ha incoraggiato i partecipanti ad una Messa celebrata per i minatori che sono rimasti intrappolati sottoterra ormai 18 giorni fa. Secondo la nota pervenuta a Fides, la celebrazione è stata molto sentita dai tanti presenti: familiari, autorità e membri del gruppo che continua a lavorare per arrivare al posto dove sono sepolti.
Alla fine della celebrazione, il generale Fernando San Cristóbal, a capo del gruppo di soccorso, ha detto: "Purtroppo è impossibile trovare vivi Jorge Sánchez e Enrique Ojeda. Dopo 18 giorni di sforzo instancabile, la squadra impegnata continuerà a lavorare in prima linea, fino ad esaurire tutte le risorse. Purtroppo le analisi di vari esperti, basate sull'uso di diverse tecniche, ci permettono di assicurare, con tutta la responsabilità e il rispetto dovuto, che non possono essere trovati vivi. Chiediamo ai media di essere rispettosi di questo momento di dolore".
Il caso dei due minatori intrappolati è diventato un caso nazionale, anche perché in Cile è vivo il ricordo della vicenda del gruppo di minatori che sì riuscirono a salvare qualche anno fa (vedi Fides 13/10/2010): si trattò di 33 minatori intrappolati per 67 giorni a 700 metri di profondità, nella miniera di San Josè (Copiapò).
Ieri sera, attraverso un comunicato, la Compagnia Minera Cerro Bayo ha confermato che "non c'è alcuna possibilità di trovare vivi i minatori Jorge Sánchez e Enrique Ojeda", bloccati sotto terra per un incidente accaduto il 9 giugno.
(CE) (Agenzia Fides, 28/06/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network