EUROPA/ITALIA - “Io non viaggio solo”: progetto per l’integrazione dei minori migranti che arrivano soli in Italia

martedì, 20 giugno 2017

Internet

Roma (Agenzia Fides) - Dall’inizio dell’anno sono oltre 8 mila i bambini e ragazzi che, soli, hanno attraversato il Mediterraneo per arrivare sulle coste italiane con un incremento di circa il 20% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. In base ai dati dell’UNHCR, le principali nazionalità di provenienza sono Guinea (579 minori), Gambia (565) e Bangladesh (489). Inoltre, più in generale, dagli ultimi dati disponibili ad aprile 2017, sono 15.939 i minori censiti e presenti nelle strutture di accoglienza. Per dare sostegno psicologico, affrontare e vivere con dignità e coraggio le giornate all’interno dei Centri di prima accoglienza SOS Villaggi dei Bambini, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, che si celebra oggi 20 giugno, dà il via ufficiale al nuovo progetto “Io non viaggio solo”.
Il progetto prevede anche sostegno per affrontare le complessità legali, sociali e culturali per iniziare una nuova vita nel Paese di arrivo. Con l’obiettivo di facilitare l’inclusione sociale e l’integrazione dei minori stranieri non accompagnati e dei giovani che vivono nel territorio di Crotone, il progetto è rivolto a 215 “minori stranieri non accompagnati” (MSNA) nei vari centri di accoglienza in Calabria, ai giovani adolescenti italiani (tra i 16 e i 21 anni) che risiedono nelle stesse località e a circa 120 operatori dei centri di prima e seconda accoglienza. Nello specifico, per i MSNA il progetto prevede, in collaborazione con le autorità locali e i centri di accoglienza, anche la fornitura di servizi complementari come il supporto psicosociale. Sono inoltre previsti servizi di mediazione interculturale e di assistenza legale; attività socio-ricreative e laboratori formativi, volti a promuovere competenze sociali e relazionali e a favorire il benessere psicosociale dei giovani migranti.
Tra le iniziative in corso, dal 19 al 24 giugno, sul lungomare di Crotone, è esposta la mostra fotografica ‘Oltre lo specchio’, composta da grandi pannelli specchianti in cui verranno raffigurati i minori migranti mentre svolgono le azioni quotidiane che più amano. Inoltre dal 20 e 21 giugno, il Social and Community Theatre Centre dell’Università degli Studi di Torino (SCT) presenterà una performance teatrale coinvolgente e dall’alto valore simbolico, in cui verranno raccontate le storie dei minori stranieri arrivati a Crotone.
(AP) (20/6/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network