AFRICA/ETIOPIA - “Non possiamo aspettare oltre”: emergenza fame nell’Africa orientale

venerdì, 2 giugno 2017

Internet

Addis Abeba (Agenzia Fides) - La ong cristiana di aiuti umanitari World Vision ha lanciato l’allarme sull’urgente necessità di aiuti per 25 milioni di persone e 700 mila bambini sull’orlo della morte per fame in Africa orientale. La grave siccità che sta colpendo la zona causa mancanza di acqua e erba e di conseguenza porta ad una drastica diminuzione del bestiame. La produzione di latte e carne nelle famiglie è molto scarsa e i prezzi delle farine nei mercati sono aumentati vertiginosamente. World Vision sottolinea anche che la riduzione generale dell’accesso ai generi alimentari, insieme alla mancanza di acqua, ha provocato un aumento delle epidemie e della mortalità in tutta la zona.
Di fronte a questa situazione di emergenza, la ong ha incrementato gli aiuti in Kenya, Etiopia, Somalia e sud Sudan per raggiungere oltre due milioni di persone con generi alimentari, servizi di acqua potabile e assistenza medica. Stanno inoltre creando spazi sicuri per i bambini, aiutandoli a portare avanti la loro istruzione anche nei campi profughi. “I bambini stanno morendo in sud Sudan e Somalia e molti altri sono a rischio in Kenya e Etiopia. Non possiamo aspettare oltre”, si legge in una nota del direttore per le Risposte Umanitarie di World Vision in Africa Orientale pervenuta a Fides. In tutto, secondo la ong, oltre 3 milioni e mezzo di bambini di questi Paesi soffrono di malnutrizione grave e 700 mila della forma acuta.
(AP) (2/6/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network