AMERICA/PARAGUAY - La Chiesa nel processo di dialogo: abbandonare la richiesta di rielezione del Presidente

giovedì, 6 aprile 2017
La Chiesa nel processo di dialogo: abbandonare la richiesta di rielezione del Presidente

La Chiesa nel processo di dialogo: abbandonare la richiesta di rielezione del Presidente

San Pedro de Ycuamandiyú (Agenzia Fides) – Il Vescovo della diocesi di San Pedro, Sua Ecc. Mons. Pierre Laurent Jubinville, C.S.Sp. ha informato che il Consiglio Permanente della Conferenza Episcopale del Paraguay (CEP) ha previsto la possibilità che qualcuno lasci il tavolo delle trattative convocato dal Presidente, Horacio Cartes. Tuttavia, ha sottolineato, non bisogna confondere il processo di dialogo, che è molto più complesso, con quell'incontro.
La situazione è ancora tesa dopo le violente proteste popolari contro la riforma costituzionale che aprirebbe la strada alla rielezione dell’attuale Presidente, Horacio Cartes (vedi Fides 29/03/2017), il quale ha proposto di incontrare diversi gruppi istituzionali per risolvere la situazione, tra cui i Vescovi (vedi Fides 04/04/2017).
"E' chiaro che non si può avere un tavolo vuoto o persone che non hanno niente da dire - ribadisce Mons. Jubinville nella nota pervenuta a Fides -. Allora bisogna trovare un'altra strategia. Noi ci siamo impegnati con un processo di dialogo e questo è molto di più che un singolo incontro. Dovremmo trarre la forza dalla nostra autorità morale per convocare e far vedere ai convocati che è possibile raggiungere un risultato".
Mons. Jubinville ricorda che la posizione della Chiesa in merito alla modifica costituzionale è sempre stata quella di abbandonare il progetto, fin dall'anno scorso, ma "sembra che non si stia ascoltando la richiesta della Chiesa", ha concluso.
Ieri il primo Vice presidente della Camera dei Deputati del Paraguay, Amado Florentín, ha aperto la sessione parlamentaria chiedendo al paese di "non tornare alla dittatura" dopo la manifestazione contro la rielezione presidenziale che ha provocato la morte di un giovane attivista e diversi feriti (vedi Fides 1/04/2017).
(CE) (Agenzia Fides, 06/04/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network