ASIA/IRAQ - Una “marcia della pace” da Ankawa a Qaraqosh (140km) durante la Settimana Santa, per invocare la fine di ogni violenza

mercoledì, 5 aprile 2017 guerre   chiese orientali   jihadisti   pellegrinaggi  

ankawa.com

Ankawa (Agenzia Fides) – Una marcia di più di 140 chilometri per chiedere il dono della pace e la fine di ogni violenza si snoderà durante i giorni della Settimana Santa da Ankawa (sobborgo di Erbil) fino a Qaraqosh, cittadina abbandonata dai suoi abitanti cristiani nell'estate del 2014, quando fu conquistata dalle milizie jihadiste dello Stato Islamico (Daesh). L'iniziativa, sostenuta dal Patriarcato caldeo, vedrà la partecipazione di almeno cento persone, in buona parte irachene, ma anche provenienti da altri Paesi. I partecipanti alla marcia si darano appuntamento il 9 aprile a Erbil, dove prenderanno parte insieme alla messa della domenica delle Palme. Il percorso della marcia attraverserà centri urbani e villaggi della Piana di Ninive, un tempo abitati in maggioranza da cristiani. Alcuni di essi, dopo essere stati liberati dall'occupazione jihadista, si presentano attualmente come città fantasma, e iniziano a prendere forma dubbi e incertezze sul possibile ritorno alle proprie case di molti dei cristiani sfollati, attualmente profughi nel Kurdistan iracheno o emigrati in altri Paesi.
La marcia per la pace vuole testimoniare la speranza nella rinascita delle città e dei villaggi nella Piana di Ninive, insieme alla volontà di superare ogni violenza - comprese le possibili ritorsioni sofferte dalla popolazione civile nel conflitto ancora in corso a Mosul - e avviare processi di riconciliazione in seno a una popolazione dilaniata da anni di scontri settari. (GV) (Agenzia Fides 5/4/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network