AMERICA/PORTO RICO - Leader religiosi chiedono agli Stati Uniti di prevenire le crisi finanziarie nel paese

giovedì, 23 marzo 2017
Mons. Roberto González,

Mons. Roberto González,

San Juan (Agenzia Fides) – L'Arcivescovo di Puerto Rico, Sua Ecc. Mons. Roberto González, e la Società Biblica guidata dal reverendo Heriberto Martínez, chiedono al Congresso degli Stati Uniti d’America di approvare i benefici fiscali per i bambini e l'assistenza sanitaria per il Puerto Rico, richiesta presentata da una task force bipartisan dello stesso Congresso. La Camera dei deputati sta infatti discutendo alcuni aspetti della legislazione sulla sanità, che una volta approvati, secondo i leader religiosi, contribuiranno ad alleggerire il debito dell'isola. L’isola di Puerto Rico è politicamente associata agli Stati Uniti.
"Siete al Congresso per agire per Puerto Rico" hanno scritto i due leader religiosi in una lettera inviata alla leadership repubblicana e democratica della Camera dei Rappresentanti e del Senato. "Poiché la nostra isola si prepara a ristrutturare il suo debito, abbiamo bisogno di voi".
Oltre a concentrarsi sulla crisi finanziaria dell’isola, sempre più grave, l'Arcivescovo González e il reverendo Martínez, incoraggiano il Congresso ad adottare ulteriori misure per fermare future crisi del debito non solo a Puerto Rico ma anche nei paesi in via di sviluppo di tutto il mondo. "Vogliamo prevenire le crisi finanziarie che hanno un impatto su tutti i bambini – scrivono -. Molti paesi, come il Puerto Rico, sono in crisi perché manca una legge statunitense che promuova, in modo sicuro, il prestito responsabile e la sua restituzione".
I leader religiosi nella loro lettera, pervenuta a Fides, ricordano di lavorare alla soluzione della crisi di Puerto Rico dal 2015 (vedi Fides 5/12/2015), avendo come partner Jubilee USA e realtà religiose nazionali come la Conferenza Episcopale degli Stati Uniti e la United Church of Christ.
(CE) (Agenzia Fides, 23/03/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network