AMERICA/ARGENTINA - Denuncia del Vescovo di Quilmes dopo il tentativo di incendiare una chiesa

martedì, 14 marzo 2017
parrocchia di San Giovani Battista, nel quartiere Florencio Varela

parrocchia di San Giovani Battista, nel quartiere Florencio Varela

Quilmes (Agenzia Fides) – Il Vescovo della diocesi di Quilmes, nella provincia argentina di Buenos Aires, Sua Ecc. Mons. Carlos José Tissera, ha informato che il 10 marzo, dopo la messa della sera, appena i fedeli avevano lasciato la parrocchia di San Giovani Battista, nel quartiere Florencio Varela, due persone mascherate hanno gettato nella navata della chiesa, vicino all'ingresso, una bottiglia di plastica piena di benzina e hanno appiccato il fuoco. "Questo ha creato un focolaio di incendio rapidamente spento dai vigili del fuoco. Grazie a Dio, il fuoco non ha raggiunto l’interno ma il disagio e la confusione creati dal fumo sono durati un po'" racconta il Vescovo di Quilmes.
Secondo la nota pervenuta a Fides, il parroco, padre Marcelo Eyheramendy, insieme al sacrestano e ai parrocchiani si sono recati alla stazione di polizia a presentare la denuncia. "Anche se è ancora presto per trarre conclusioni, insieme a padre Marcelo, crediamo che questo incidente possa essere collegato ad altri che si sono verificati mercoledì scorso, 8 marzo, contro la Cattedrale metropolitana di Buenos Aires e venerdì 10 di fronte alla Cattedrale di La Plata" ha detto il Vescovo, che ha concluso: "Ci uniamo nella condanna di simili eventi che hanno avuto luogo negli ultimi giorni, collegati o meno a quello che è successo di recente a Florencio Varela".
L'8 marzo, durante le manifestazioni per la Giornata della donna, un gruppo di donne ha lanciato oggetti ed tentato di appiccare il fuoco alla porta della Cattedrale di Buenos Aires. Inoltre, di fronte alla Cattedrale di Tucuman, un gruppo di donne il 10 marzo ha presentato una parodia sacrilega con protagonista la Vergine Maria.
(CE) (Agenzia Fides, 14/03/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network