AFRICA/EGITTO - Studenti cristiani ad al Azhar? “prima dovrebbero memorizzare il Corano”

venerdì, 10 marzo 2017 università   islam   istruzione   dialogo  

arabpress

Il Cairo (Agenzia Fides) – Non esistono prescrizioni giuridiche che impediscono a un cristiano di iscriversi all'Università islamica di al Azhar. Ma tale norma è destinata a rimanere sulla carta, soprattutto perchè l'eventuale ingresso di uno studente cristiano nella prestigiosa istituzione accademica sunnita presupporrebbe da parte sua una familiarità con il Corano di fatto impraticabile da parte di chi non appartiene all'Umma di Mohammad. E' questa la sintesi delle accese discussioni registrate in questi giorni in Egitto, dopo che il deputato Mohammed Abu Hamed ha annunciato l'intenzione di presentare un progetto di legge per consentire ai cristiani di frequentare i corsi e conseguire i titoli di studio ad al Azhar, principale centro teologico-accademico dell'islam sunnita.
Secondo Ahmed Hosni, Presidente facente funzione dell'Università, i cristiani eventualmente interessati a svolgere studi presso l'isitituzione accademica islamica devono prima conoscere a memoria ampie parti del Corano. Anche lo sheikh Abbas Schumann, sottosegretario di al Azhar, ha fatto notare che gli studi e i corsi svolti presso l'Università “non sono adatti ai cristiani”, perchè presuppogono come requisito d'ammissione una conoscenza approfondita e anche la memorizzazione di ampie sezioni del libro sacro dell'islam. Il Professor Abdel Fuad, Preside della facoltà di studi islamici, ha invece respinto l'intera discussione come una provocazione inutile, in un momento che consiglierebbe di evitare ogni pretesto per nuovi conflitti settari, semplicemente perchè i cristiani egiziani non hanno manifestato alcuna intenzione di iscriversi all'Università di al Azhar. (GV) (Agenzia Fides 10/3/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network