AFRICA/SUD SUDAN - Stato d’emergenza dichiarato nello Stato di Unity: 100.000 persone a rischio fame

martedì, 21 febbraio 2017

Juba (Agenzia Fides) - Oltre 100.000 persone sono a rischio fame nello Stato di Unity, nella regione dell’Alto Nilo, in Sud Sudan. Lo stato d’emergenza alimentare è stato dichiarato dal governo di Juba e dalle agenzie specializzate delle Nazioni Unite: FAO, Children Fund, UNICEF e Programma Alimentare Mondiale. La causa della carestia è attribuita “alla guerra e al collasso dell’economia”. La dichiarazione formale di carestia significa che la gente ha già iniziato a morire di fame.
Nei giorni scorsi era stato lanciato l’allarme fame per lo Stato di Amadi (vedi Fides 16/2/2017) mentre Medici con l’Africa Cuamm ha riscontrato almeno 300 casi di colera nelle contee di Yirol East e di Awerial (vedi Fides 20/2/2017). Secondo l’ONU se la guerra civile dovesse continuare, impedendo l’arrivo di aiuti umanitari in Sud Sudan, oltre 5 milioni e mezzo di persone soffriranno la fame entro luglio. (L.M.) (Agenzia Fides 21/2/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network