AFRICA/KENYA - “Attenzione ai propagatori d’odio nei social media”: programma delle Paoline a favore dei giovani

venerdì, 17 febbraio 2017

Waumini Communications

Nairobi (Agenzia Fides) - Insegnare ai giovani il corretto uso dei social media ed evitare la propagazione di discorsi incitanti all’odio in vista delle elezioni generali dell’8 agosto. È questo lo scopo dell’incontro organizzato presso la sede delle Pubblicazioni Africane Paoline a Nairobi, al quale hanno partecipato 200 studenti delle scuole superiori. “I ragazzi possono diventare violenti prendendo esempio da quello che altri fanno sui social media. In diverse occasioni i politici usano discorsi incitanti all’odio e i ragazzi possono pensare che ciò sia giusto ed è quindi normale comportasi così” ha detto Suor Josephine Idowu, della Figlie di San Paolo, che ha diretto l’incontro.
La religiosa ha sottolineato che i social media possono invece essere usati in modo positivo a beneficio dell’evangelizzazione. “I social media hanno una grande influenza e possono informare i giovani, possono accrescere le loro conoscenze, arricchire le loro interazioni, migliorare l’autostima ed essere usati per le preghiere” afferma Suor Idowu.
In Kenya le Figlie di San Paolo hanno avviato un programma di tre mesi d’educazione civica per i giovani che sono il gruppo più preso di mira dai politici per indurli a commettere violenze.
Il programma prevede la pubblicazione di libri e opuscoli; la produzione di materiale audio-visivo e incontri nelle scuole con professionisti dei media e leader religiosi. (L.M.) (Agenzia Fides 17/2/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network