AFRICA/SOMALIA - La carestia e le piogge scarse continuano a colpire la popolazione: 363 mila bambini soffrono di denutrizione

lunedì, 6 febbraio 2017 fame  

Internet

Mogadiscio (Agenzia Fides) – Le condizioni della popolazione somala continuano ad essere estremamente gravi: 363 mila bambini soffrono di denutrizione e 71 mila di loro vivono il tipo di fame più letale. Secondo le ultime cifre dell’Unità di Analisi di Sicurezza Alimentare e Nutrizione (FSNAU), il Paese ancora non riesce a riprendersi dalla carestia del 2011. La FSNAU avverte sulla possibilità che si verifichi una nuova carestia se in primavera la stagione delle piogge sarà scarsa. Attualmente oltre 6 milioni di persone, circa la metà della popolazione, hanno bisogno di aiuti urgenti. Migliaia di famiglie disperate si stanno spostando internamente o si dirigono nei Paesi vicini. Questi cambiamenti stanno costringendo i bambini ad abbandonare la scuola, facendo aumentare il rischio di separarli dalle famiglie o di una maggiore esposizione allo sfruttamento e alla morte.
Le diverse stagioni di piogge scarse hanno portato il Paese a gravi carenze idriche, triplicando il prezzo dell’acqua che ha raggiunto 15 dollari per barile (200 litri). Tre quarti del bestiame nel Paese è morto e la produzione dei cereali è scesa del 75%, facendo aumentare il prezzo dei generi alimentari. “Cinque anni fa oltre un quarto di milione di persone, tra le quali 130 mila bambini, hanno perso la vita inutilmente” dichiara il direttore di Save the Children in Somalia. “Non possiamo permettere che questa tragedia si ripeta”. L’organizzazione sta già intervenendo, nelle comunità più colpite, con camion cisterna per distribuire acqua, servizi sanitari, aiuti alimentari, buoni pasto e trasferimenti di denaro alle famiglie per far fronte alla crisi.
(AP) (6/2/2017 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network