AFRICA/SOMALIA - Due assalti degli Shabaab in pochi giorni contro le forze di sicurezza del Kenya

giovedì, 2 febbraio 2017 gruppi armati  


Mogadiscio (Agenzia Fides) - I miliziani somali di Al Shabaab hanno assalito il 31 gennaio un posto di polizia nella cittadina di Mandera, non lontano dalla frontiera tra i due Paesi, uccidendo un numero imprecisato di poliziotti keniani. Il 27 gennaio gli Shebaab avevano attaccato il campo fortificato dell’esercito keniano Kulbiyow, in territorio somalo, al confine tra i due Paesi. Secondo le autorità di Nairobi, l’attacco ha provocato la morte di nove militari keniani e di un numero imprecisato di assalitori.
Il campo era difeso da 120 soldati mentre il gruppo attaccante era composto da oltre 500 persone. L’assalto è stato condotto da tre ondate successive. La prima era formata da reclute inesperte, giovani somali reclutati a forza e forse qualche keniano, che hanno attaccato i soldati keniani subito dopo l’esplosione di due autobomba all’ingresso dell’insediamento militare. A questa prima ondata, che ha registrato le perdite più gravi tra gli attaccanti, ne sono succedute due formate da combattenti esperti, somali e stranieri. La terza ondata era accompagnata da fotografi che hanno documentato la conquista di alcuni mezzi corazzati in dotazione alle forze keniane. Dopo aver razziato alcune dotazioni militari, gli Shabaab si sono ritirati prima dell’arrivo dei rinforzi. (L.M.) (Agenzia Fides 2/2/2017)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network