AMERICA/HONDURAS - I Vescovi “vicini al dolore di bambini e adolescenti costretti ad emigrare”

venerdì, 23 dicembre 2016 migranti   bambini di strada   conferenze episcopali  
Bambini e adolescenti costretti ad emigrare

internet

Bambini e adolescenti costretti ad emigrare

Tegucigalpa (Agenzia Fides) – La Conferenza Episcopale dell'Honduras ha chiesto ai politici di avvicinarsi alla realtà del popolo honduregno e di offrire proposte per frenare la disuguaglianza, l'esclusione e la corruzione nel paese. Tale richiesta è uno dei punti messi in evidenza nella dichiarazione firmata ieri, dopo la riunione ordinaria della Conferenza Episcopale che si è conclusa a Tegucigalpa.
I futuri candidati alle cariche elettive "dovrebbero avvicinarsi alla realtà del nostro popolo per analizzare, proporre e offrire alternative per superare la disuguaglianza e l'esclusione, e liberarci della corruzione" afferma la nota pervenuta a Fides.
I Vescovi ricordano che il 2017 sarà un anno politico, perché il 12 marzo ci saranno le elezioni primarie, e quelle generali a novembre. "Felice anno politico a tutti voi (...). Buon anno se i cittadini si assumono la responsabilità del bene comune, di informare su proposte e progetti, per controllare ciò che si promette e non lasciarsi trasportare dalle offerte o dalle parole fuorvianti che possono sembrare magia" scrivono.
Nella conclusione del comunicato i Vescovi dell'Honduras esprimono preoccupazione per "il dolore" che vivono molti honduregni, soprattutto i bambini, "costretti ad emigrare, esposti allo sfruttamento e alla violenza nel loro percorso, mal pagati quando arrivano a destinazione, e criminalizzati dall'arroganza di coloro che approfittano del loro sudore". Per questo sono impegnati a "rafforzare" la Pastorale della Mobilità Umana, perché ai bambini e agli adolescenti che emigrano "vulnerabili e senza voce", giunga "l'amore e la vicinanza di tutta la comunità".
Secondo le cifre ufficiali, sono 10.468 i minori honduregni non accompagnati che sono riusciti ad attraversare il confine tra Messico e Stati Uniti nel 2016. Questa cifra è il 93,5% in più rispetto ai 5.409 arrivati in questo paese nel 2015.
(CE) (Agenzia Fides, 23/12/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network