AMERICA/VENEZUELA - Epidemia di difterite dopo 24 anni, conseguenza della crisi economica

giovedì, 15 dicembre 2016 sanità  

Internet

Ciudad Guayana (Agenzia Fides) – L’ospedale principale di Ciudad Guayana, nel Venezuela orientale, dal 28 settembre ammette tra le urgenze pediatriche solo i possibili casi di difterite, malattia ricomparsa nel Paese dopo 24 anni. La crisi economica si riflette anche negli ospedali e nella mancanza di farmaci. I sintomi della difterite sono simili a quelli di influenza o tonsillite: problemi respiratori, mal di gola. Tuttavia se avanza, può danneggiare il tessuto del cuore, occludere le vie respiratorie e provocare la morte. Il tasso di mortalità è di un adulto su 10 e di un bambino su 5, i più vulnerabili.
“Tutti i casi di bambini contagiati sono dovuti alla mancata vaccinazione” si legge in un comunicato della direttrice del reparto di Epidemiologia dell’Istituto Venezuelano della Previdenza Sociale, pervenuto a Fides. Il governo prevede un sistema sanitario gratuito, ma gli ospedali sono vittime della grave crisi economica del Paese. Medici e mezzi di comunicazione locali e internazionali hanno denunciato la situazione di precarietà e la mancanza di vaccini. Nonostante negasse pubblicamente la gravità dell’epidemia, il governo ha poi avviato una campagna urgente di vaccinazioni e ha stabilito che nell’ospedale di Guaiparo sarebbero stati ammessi solo bambini sospetti di aver contratto il virus, per evitare di contagiarne altri.
(AP) (15/12/2016 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network