AFRICA/MOZAMBICO - Il conflitto latente con la RENAMO ha finora causato 5.000 sfollati interni e 2.500 rifugiati in Malawi

mercoledì, 30 novembre 2016 gruppi armati   politica  


Maputo (Agenzia Fides) - Sono 5.000 gli sfollati nel Mozambico centrale a causa del conflitto politico e militare che vede opposto il principale partito dell’opposizione, la RANAMO e il governo del FRELIMO. A questi si aggiungono i 2.500 rifugiati nel vicino Malawi, secondo gli ultimi dati dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati ( UNHCR).
La RENAMO (Resistenza Nazionale Mozambicana) è l’ex movimento di guerriglia che ha combattuto nella guerra civile del 1976-1992. Dopo gli accordi di pace di Roma (1992) la RENAMO si è trasformato in un partito d’opposizione, ma ha preso le armi nel 2013 per sfidare il FRELIMO (Fronte di Liberazione del Mozambico) che è al potere dall'indipendenza, nel 1975.
I ribelli commettono attacchi sulle strade principali e, talvolta, nei villaggi, soprattutto nel centro del Paese, e accusano l'esercito di voler assassinare il loro leader, Afonso Dhlakama, che si nasconde nella sua roccaforte sulla montagna di Gorongosa dall’ottobre 2015.
La crisi politica e militare si è trasformata in un conflitto latente, con un picco di tensione all'inizio del 2016, nonostante la ripresa a fine maggio dei negoziati tra RENAMO e governo. (L.M.) (Agenzia Fides 30/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network