VATICANO - Il Card. Filoni apre il National Catholic Forum a Lusaka: “La Chiesa qui è ancora giovane ma sicuramente in crescita”

giovedì, 10 novembre 2016 filoni   chiese locali   animazione missionaria  

Lusaka (Agenzia Fides) – “La Chiesa qui è ancora giovane ma sicuramente in crescita. I vostri sforzi portino frutto nelle vocazioni e nella proclamazione efficace del Vangelo. Il Santo Padre è vicino a voi e vi assicura che siete una parte essenziale della Chiesa di Dio. Siete nel cuore della Chiesa. Pertanto, continuate ad intensificare i vostri sforzi per promuovere il lavoro pastorale e l’evangelizzazione, esortando i giovani a cercare gli ideali evangelici, formandoli a creare autentiche famiglie cristiane fondate sul sacramento del matrimonio come istituzione indissolubile e permanente”. E’ questa l’esortazione del Card. Fernando Filoni all’apertura del National Catholic Forum, che si è svolta ieri pomeriggio, 9 novembre, a Lusaka.
Nell’ambito della sua visita pastorale in Zambia, il Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli è intervenuto all’apertura del Forum che riunisce Vescovi, rappresentanti delle associazioni del clero, dei religiosi e dei laici, per discutere sulla vita e la missione della Chiesa in Zambia nel 125° anniversario dell’evangelizzazione.
“Attraverso l'impulso missionario dello Spirito Santo – ha detto il Cardinale -, i semi della fede sono stati portati qui in Zambia dai Padri Bianchi e dei Padri Gesuiti. In effetti, piccoli semi erano già presenti nella cultura nei costumi, in modo tale che oggi la fede è entrata nella vita di molti… Siete davvero benedetti qui con una società cristiana. Tuttavia, vi esorto a rimanere vigili per non permettere che forme di sincretismo diluiscano l’autentica verità di Gesù Cristo come è insegnata dalla Chiesa cattolica”.
Dal momento che il Forum analizzerà la situazione pastorale del paese, il Card. Filoni ha esortato ad affidare ognuno e l’intera opera dell’evangelizzazione al Signore: “questa fiducia nel Signore è particolarmente necessaria alla luce delle sfide che il vostro amato Paese incontra in questo momento: la scarsa produzione agricola a causa della siccità, la disoccupazione, la povertà che ne deriva sentita da molti, il terribile flagello dell’Hiv/Aids e della malaria e la lotta per superare le divisioni tribali. Non scoraggiatevi, perché il Signore è con voi ad ogni passo del cammino e continuerà a servirsi di voi per far conoscere il Regno dei Cieli in terra”.
Nella mattinata di ieri, il Card. Filoni aveva presieduto la celebrazione della Santa Messa nella Cattedrale del Bambino Gesù, a Lusaka. Nella festa liturgica della Dedicazione della Basilica Lateranense, Cattedrale di Roma, il Prefetto del Dicastero Missionario si è soffermato nell’omelia su due aspetti fondamentali: “Dio abita qui in mezzo a noi, Dio abita in noi e ci riempie con il suo Spirito in modo che possiamo portarlo a chi ne ha bisogno”.
“Nella persona di Gesù Cristo, Dio si è fatto uomo ed ha abitato in mezzo a noi. In ogni chiesa cattolica in tutto il mondo, Dio continua ad abitare con noi nella Santissima Eucaristia” ha sottolineato il Cardinale, che riferendosi alla Prima lettura del giorno ha proseguito: “la presenza di Dio nelle sue chiese, attraverso la Parola e i Sacramenti, rinfresca, dà vita e porta il grande frutto della gioia”. Tornato al Padre, Gesù ci ha inviato lo Spirito Santo non solo ad abitare con noi, ma in noi, cosicchè ogni battezzato è diventato tempio di Dio in cui abita lo Spirito, come ricorda San Paolo. Ma il dono dello Spirito deve essere condiviso e portato agli altri.
“Questa missione ha inizio prima di tutto nella famiglia, nelle nostre case, dove si vivono la carità e il perdono” ha detto il Cardinale, auspicando che le case siano sempre "una scuola di amore, di preghiera e di lavoro", come quella della Sacra Famiglia. “Dio si è fatto bambino per essere vicino a noi e suscitare una risposta d'amore da parte nostra – ha esortato il Card. Filoni -. Con Cristo come vero e unico fondamento, possa la grande opera di evangelizzazione, che prosegue in modo efficace qui in Zambia da oltre 125 anni, continuare ad attirare la gente di questa grande terra all'amore e alla misericordia di Dio”. (SL) (Agenzia Fides 10/11/2016)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network