EUROPA/SVIZZERA - Aumentano i profughi in tutto il mondo, la metà sono bambini

venerdì, 19 giugno 2015

Ginevra (Agenzia Fides) – E’ stato reso noto recentemente a Ginevra, un rapporto dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati nel quale emerge grande preoccupazione per la pericolosa ondata di massa di sfollati forzati a livello mondiale che vede coinvolte quasi 60 milioni di persone, di cui oltre la metà sono bambini. Il fenomeno continua ad aumentare velocemente e si trova ad un livello mai registrato finora dall’ACNUR. Il rapporto denuncia un forte incremento di persone costrette a fuggire dalle proprie abitazioni, lasciare le famiglie, le città a causa di guerre, conflitti e persecuzioni. Di queste, più della metà sono bambini privi di qualsiasi speranza di avere un futuro. Alla fine del 2014 è stato registrato un totale di quasi 60 milioni di sfollati forzati, rispetto ai 51 milioni dell’anno precedente. L’aumento più repentino di rifugiati si è avuto dall’inizio del 2011, quando è scoppiata la guerra in Siria, che ha causato il più alto indice di sfollati in tutto il mondo. Nel 2014 ogni giorno una media di 42 mila 500 persone si sono trasformate in rifugiati, richiedenti asilo o sfollati interni. A livello globale si tratta di una persona su 122. (AP ) (19/06/2015 Agenzia Fides)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network