EUROPA/SVIZZERA - La proposta del Vangelo nei contesti multiculturali odierni: migranti e rifugiati si interrogano

martedì, 5 maggio 2015

Solothurn (Agenzia Fides) – “L’amore ci spinge...(cfr. 2 Cor 5,14): la proposta di libertà e di gioia del Vangelo”. Questo il tema della Festa Internazionale di Primavera 2015 che si è tenuta a Solothurn presso il Centro internazionale “G. B. Scalabrini” delle Missionarie Secolari Scalabriniane, dall’1 al 3 maggio, come informa la nota inviata all'Agenzia Fides.
La prospettiva missionaria delle parole di S. Paolo sgorga da un chiaro punto di partenza: l’amore, di cui il Dio Trinità è fonte inesauribile. Lo sviluppo del tema, per i circa 550 partecipanti, tra cui migranti e rifugiati, di varia provenienza geografica e sociale, è stato articolato in diversi momenti ed affidato in particolare al prof. Jörg Splett, filosofo della religione e antropologo tedesco. Nel corso di un forum animato dalle domande dei giovani, il prof. Splett ha proposto alcune stimolanti riflessioni riprese successivamente nei diversi gruppi di lavoro, in cui ci si è confrontati con la proposta del Vangelo nei contesti multiculturali odierni, che conseguono in larga parte a migrazioni segnate da tragici percorsi, che ci interpellano.
Nel corso dell’incontro non sono mancati momenti di riflessione biblica, di preghiera, escursioni e scambi personali. Durante la celebrazione eucaristica di sabato 2 maggio in Cattedrale, presieduta da Sua Ecc. Mons. Felix Gmür, Vescovo di Basilea, due giovani (di Roma e di Lublino) hanno emesso i voti di povertà, castità e obbedienza, nelle Missionarie Secolari Scalabriniane. (MG/SL) (Agenzia Fides 5/5/2015)


Condividi: Facebook Twitter Google Blogger Altri Social Network